TATIONIL 600 mg/4 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile

Informazioni di base

C - Classe C
B - RR - RICETTA RIPETIBILE 10 VOLTE IN 6 MESI ART.88 DL.VO 219/06
Non ci sono limiti di prescrizione.
NON CONCEDIBILE
026185
Glutine: No
Lattosio: No
polvere e solvente per soluzione iniettabile
TEOFARMA

Confezioni

10 FLACONCINI POLVERE + 10 FIALE SOLVENTE 4 ML
C
35,72 €
-
Classe
Prezzo
Ticket
026185049
AIC

RCP

Puoi ottenere accesso illimitato e gratuito facendo login con il tuo account o dopo la registrandoti a Mediately. Visualizzazioni rimaste: 5

Indicazioni

Profilassi della neuropatia conseguente a trattamento chemioterapico con cisplatino o analoghi.

Posologia

1-2 flaconcini al giorno da 600 mg per via intramuscolare, per via endovenosa lenta o aggiunti a fleboclisi o secondo diversa prescrizione medica.

Controindicazioni

Ipersensibilità individuale accertata verso il farmaco.

Avvertenze

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Interazioni

In letteratura non sono descritti casi di interazioni medicamentose ed incompatibilità particolari con il glutatione.

Gravidanza

Sebbene la ricerca sperimentale non abbia evidenziato per il glutatione tossicità embrio-fetale, come per tutti i nuovi farmaci non se ne consiglia l'impiego in gravidanza e durante l'allattamento.

Effetti sulla guida

Nessuno.

Effetti indesiderati

Si possono manifestare molto raramente eruzioni cutanee che scompaiono sospendendo la terapia.

Sovradosaggio

In letteratura non sono stati descritti casi di sovradosaggio.

Proprietà farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: antidoto, codice ATC: V03AB32

Il glutatione è un tripeptide largamente distribuito in natura ed a livello cellulare è presente nel citosolo. Esso è collegato ad un'estesa varietà di funzioni biologiche.

Il gruppo sulfidrilico della parte cisteinica del glutatione è fortemente nucleofilo e perciò esso rappresenta un target primario di attacco elettrofilo da parte di sostanze chimiche o di loro metaboliti reattivi con conseguente protezione di siti nucleofili essenziali il cui attacco inizierebbe un processo di danneggiamento cellulare. Il glutatione reagisce infatti con una gran varietà di metaboliti ossidati organici, dando origine a composti coniugati meno tossici che possono essere più facilmente ed ulteriormente metabolizzati ed escreti come acidi mercapturici. Numerosi fattori possono modificare ed abbassare i livelli cellulari del glutatione, quali la denutrizione, varie malattie, nonché sostanze chimiche e farmaci. Il glutatione ha dimostrato di possedere sull'animale e sull'uomo effetti protettori sulla tossicità cellulare di molte sostanze, quali salicilici, paracetamolo, dietilmaleato, acido etacrinico, fenobarbital, insetticidi organo-fosforici, antineoplastici, alcool etilico, acido penicillanico ed altre.

Il glutatione non ha messo in evidenza sull'animale effetti sulla motilità intestinale, sulla pressione arteriosa sistemica, sul respiro e sull'ECGramma.

Proprietà farmacocinetiche

Il glutatione 35S somministrato per via endovenosa al ratto presenta il massimo di concentrazione nel plasma alla 5° ora: esso si trova, specialmente alla 1° ora, nei reni, nel fegato, nei muscoli ed in piccole quantità nel cervello. Alla 24° ora le quantità presenti risultano dimezzate.


Simili